RSS

dISTRUZIONE

13 Mag

Supportata da due esperienze, rispettivamente una sorella che fa la scuola media e il libro di Pennac che sto leggendo, mi sono trovata a pensare un pò alla scuola.
La mia amata sorellina, pur essendo in prima media, viene letteralmente sepolta dai compiti a casa, e si ritrova a fare a volte due verifiche al giorno + interrogazioni…ma stiamo scherzando?Studia più di me! Non è possibile questa cosa… Arriva a casa all’una e un quarto, pranza mezz’ora, cazzeggia un quarto d’ora e poi tutto il pomeriggio a fare i compiti, e quando non basta la sera a studiare e ripassare…tutti i giorni così, anche quando ha il pomeriggio, caso in cui si trasla tutto di tre ore. A quell’età, secondo me, bisogna imparare a responsabilizzarsi sì, ma il professore dovrebbe essere così intelligente da capire che se lui fosse in gamba davvero, i ragazzi non avrebbero bisogno di non avere più tempo libero per imparare le cose. E se i professori non fossero così frustrati dalla loro professione che ogni anno li spinge a spiegare sempre la solita solfa ma fossero bravi a reinventarsi, rinnovarsi, non si ritroverebbero a essere così repulsivi verso gli studenti. Perchè un professore che non è capace di capire qual’ è il limite oltre al quale soffoca il ragazzo e causa un’odio per lo studio, merita il licenziamento (e mannaggia al fatto che i dipendenti statali sono “irremovibili”)

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 maggio 2008 in Riflessioni

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: