RSS

My strange musical brain

03 Gen

Il mio rapporto con la musica è contorto e un pò anomalo, tanto che proverò a descriverlo sul mio blog non tanto per farlo sapere a voi, ma quanto per chiarirlo a me stessa.
Mi piace cantare, qualsiasi cosa, dalle canzoni dei Cranberries alla sigla della pubblicità (“When I was just a little girl, I asked my mother, what will I’ll be…” è la mia preferita di solito), da De Andrè al Bepi (noto nella bergamasca per i suoi testi dialettali), … insomma, non c’è una canzone che non ami cantare.
Mi piace suonare, mi perdo ancora davanti agli spartiti di flauto delle scuole medie di mia sorella, facendo scappare il gatto che a quanto pare non ama molto il suo suono. Provo un piacere interiore quando suono la chitarra, non so come spiegarlo, forse la cosa che più si avvicina è una specie di delirio di onnipotenza davanti all’ ascolto della musica e della voce entrambe prodotte da me. Sento una specie di rimpianto che mi pizzica lo stomaco quando penso all’abbandono del clarinetto proprio mentre stavo per entrare nella banda del paese, e mi sento profondamente delusa dal fatto che non so suonare il pianoforte (riscoperto grazie a Claudio che con gli spartiti di Allevi mi fa sempre emozionare quando lo ascolto).
Non è che ci sia una musica che proprio non mi piace, diciamo che sono un pò di bocca buona poichè c’è almeno una canzone di ogni genere che mi trasmette qualcosa (e questo è l’unico mio parametro di giudizio che utilizzo). Però non sento quasi mai il bisogno di ascoltarla. Vedo persone sempre attaccate all’ I-Pod, con le cuffie nel computer, folle che vanno ai concerti e spettatori di orchestre. Forse la mia è noia, forse è perchè vorrei essere io in quel momento a suonare e cantare, bo, non me lo so spiegare. L’unico momento invece in cui mi piace ascoltarla è in automobile, probabilmente perchè mi tiene compagnia o forse è un inizio di riavvicinamento all’ascolto, o come piace chiamarlo a me, alla musica passiva. Dopo essermi chiarita un pò le idee, o quantomeno avendoci provato, vado a nanna in compagnia di un buon libro al quale, a differenza della musica passiva, mi abbandono completamente.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 gennaio 2009 in Musica

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: