RSS

Perchè i bei programmi sono in seconda serata? Tatami!

26 Gen

Ieri sera ho seguito per la seconda volta con interesse la puntata di Tatami su raitre condotto da Camila Raznovich, peccato che l’orario sia dalle 23.30 alle 24.30, ma fortunatamente il lunedì mattina posso dormire un pò più del solito.

L’argomento trattato inizialmente è stato il matrimonio per gli omosessuali: dapprima è intervenuta Marina Terragni (che leggo da tempo nelle sue rubriche sull’inserto del Corriere “Io Donna”) esprimendo i suoi dubbi e perplessità sul bisogno del matrimonio per gli omosessuali e sull’affidamento di figli a questi ultimi. C’erano poi una coppia gay, una coppia lesbica e due giornalisti (entrambi gay). Trovo che questi argomenti dovrebbero essere trattati più spesso in televisione, ma non come gossip (già accade) ma come tavola rotonda e dibattiti: in fin dei conti sono gli omosessuali stessi che devono esprimere i propri desideri e sentimenti. Se continuiamo a parlarne solo tra eterosessuali, non usciremo mai dal nostro punto di vista, e non capiremo mai credo che la vita di una coppia omosessuale non si differenzia molto da quella di una copppia eterosessuale.

C’è poi stata un’ intervista alla giovane erede di Missoni accompagnata dalla simpatica nonna, e un’ intervista a un uomo che ha fatto la traversata del Pacifico in 200 e rotti giorni, insomma, gli argomenti son vari, la conduttrice è a mio avviso in gamba e il tutto si fa senza critiche e pregiudizi, ma anche senza il tipico e fastidioso buonismo che ultimamente si vede in alcune trasmissioni che purtroppo ci propinano in prima serata.

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su 26 gennaio 2009 in Omosessualità, Spettacolo, Televisione

 

Tag: , , ,

4 risposte a “Perchè i bei programmi sono in seconda serata? Tatami!

  1. Tita

    28 gennaio 2009 at 15:30

    Allora? Cos’è venuro fuori dalla discussione sui gay?

     
  2. pensieriaccatastati

    28 gennaio 2009 at 15:43

    E’ venuto fuori il desiderio per alcuni omosessuali di sposarsi, per qualcuno è solo un riconoscimento dell’unione che può essere civile, per qualcuno è qualcosa di più religioso, poichè non sempre gli omosessuali sono trasgressivi e antireligiosi come si può credere ma anzi molti sono molto conservatori e legati strettamente ai loro valori morali. Si è parlato di tradimento, come nel mondo etero anche in quello gay c’è gente monogama e no, dipende come sempre da persona a persona. La coppia femminile ha due figli avuti da una delle due con un uomo che ha poi riconosciuto la paternità, e si vede anche con le figlie, quindi è più una “famiglia allargata”. Insomma, quello che più ho recepito, è che le coppie omosessuali vivono una vita normale, proprio come noi etero, l’unica cosa che cambia è il sesso del partner.

     
  3. arch190

    28 gennaio 2009 at 21:05

    Non capisco come mai i programmi piu’ interessanti sono sempre in fondo in fondo… oppure dopo un po’, li tolgono pure : (
    Il prime time dell 9 p.m. di oltreoceano, da queste parti e’ dedicato ad altro.
    Se mi capita di riuscire a tenere gli occhi aperti, mi prenotero’ Tatami. Grazie per la raccomandazione.

     
  4. Tita

    30 gennaio 2009 at 16:34

    Bè vorrei ben vedere, non sono alieni! E’ la questione dei figli che è molto più complicata…Tu cosa ne pensi dell’adozione da parte di coppie gay?

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: