RSS

Archivi tag: Love

Pulviscoli dorati


Un fiore piccolo e delicato, un germoglio talmente soffice da essere come un batuffolo di cotone, gioca con dei granelli di sabbia, si riga e si graffia un pò ma poi torna a schiudersi sotto i raggi del sole, sa che le nuvole arriveranno e anche la notte e anche la pioggia, ma sa che può affrontarli chiudendosi o riparandosi sotto un fungo che proprio grazie alla tempesta e poi alla rugiada è cresciuto. Sa che alla fine, nonostante tutto, lo spettacolo di stare sotto al sole non può essergli negato solo a causa del freddo e sa che se la musica ti fa accartocciare il cuore, così può fare anche l’amore e che la memoria è breve e cancella ma le emozioni sono insite nel Dna e nell’animo e che niente può mai distruggertele seppur a tratti te le rubi. E non importa chi e non importa come, perchè il punto non è ciò che si vede perchè potremmo essere solo pulviscolo che sarebbe uguale, che poi la voce ti sale poco perchè il respiro si affanna e una fitta sale e allora speri un pò che passi un pò che resti e un sorriso si stampa quasi beffardo, perchè sa che prima lo disdegnavi ma che ora lo lasci un pò comparire. Magari non è che sarà sempre così ma questi piccoli regali si possono accettare, saltuari e unici, come una pioggia di polvere stellare che si poggia sulla peluria delle braccia e ti fa brillare come un pesciolino elettrico e trasparente che nel mare blu diventa verde e sembra una loto e sembra un fiore.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 marzo 2013 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , , ,

A pari merito tra Giotto e Pitagora


Sono abbastanza indecisa se paragonare la mia vita sentimentale ad un cerchio o ad un triangolo equilatero. Mi sento come la coordinata del centro, sono equidistante da tutti i punti, da tutti i lati e dalla circonferenza. Sono quel punto fatto con la matita all’incrocio dei tre assi, l’incisione lasciata dalla punta di ferro del compasso. Un pò smussata e un pò pungente, oscillo tra slanci di dolcezza e picchi di cinismo, trovando un equilibrio perfetto nell’apatia. Non mi interessa più nessuno.

Forse è l’inizio di un periodo di pace, forse è il momento di concentrarsi su altro. Quel che è certo, è che una persona che non dà amore, non ha molto senso. Ma, come dice Vasco: “Domani arriverà, domani arriverò lo stesso”.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 dicembre 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , ,

Sto respirando!


Credetemi… cancellare il proprio ex da facebook è una liberazione vera e propria! La certezza che non commenti più a caso qua e là è un sollievo. E’ pazzesco il fatto che “unfriend” qualcuno possa allontanarlo così dalla nostra vita… ma è utile. Mi sento come una boa che è stata trattenuta erroneamente sott’acqua dalle alghe e che riemerge, un pò sporca, con la superficie verdastra, ma ancora lucida sotto… cheers 🙂

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 aprile 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , ,

Sadness


Sto male, male, male. Non so più dove sto andando e perchè, continuo a regalare pezzi di me a persone che non se lo meritano e a rifiutare persone che invece se lo meritano di più. Sono una brutta persona, egoista e cattiva e tutta questa tristezza viene da un karma che mi sta facendo pagare le colpe. Non so dove voglio stare, con chi e come. Son persa, in una nuvola di triste follia che mi fa ridere e piangere nello stesso momento, ho bisogno di qualcuno ma non so di chi. A volte penso: questo ho bisogno di dirlo a … E non mi viene in mente nessun “a” a cui possa dirlo, nessuno che mi ascolti e mi capisca. 

 
1 Commento

Pubblicato da su 10 aprile 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , , ,

Vite di scorta


Non so più cosa significa amare. Non so più come si ama e come si è amati. Se amassi ora, sarebbe la mia distruzione, perchè io quando amo, amo troppo. E se non son corrisposta mi autodistruggo (vedi ultime decine di post). Non riesco a prendere nulla sul serio più, devo sempre trattenermi, non scrivere io per prima, non dimostrare interesse. Devo partire in credito, perchè se parto in debito perdo troppo. Perdo troppo perchè sto colmando ora tutto il vuoto che ho collezionato nell’ultimo anno. E son quasi a zero. Penso che per buttarmi di nuovo in una storia io necessiti almeno di una scorta, che so, almeno un + 10 di energia, come nei videogiochi. Perchè ti servono delle vite di scorta per cominciare a giocare, altrimenti vai in game over.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 aprile 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , ,

Let’s start


Ricordi che arrivano alla testa come cannonate, vortici di emozioni rivedendo certe foto, certi paesaggi, certe strade, percorse così tante volte, quando pensavo che la mia vita fosse là. Impressionante come una anno e mezzo di vita possa essere stata così importante da segnare gran parte delle mie sensazioni, odori, gusti, tutto. 

Si può amare un posto? Si, forse meglio di una persona, il posto non può ferirti, anche se forse parecchie cose successe lì mi hanno ferito. Non so se mai più ritornerò in Svezia, non so più che rapporto ho con quel paese, con quelle persone, così diverse da non riuscire a trovarsi d’accordo nemmeno sulle cose che qui tutti reputano ovvie. Quei boschi, quella casetta bianca, quella sauna sul lago, quella barca, quei posti non miei che mi son entrati nel sangue. Quelle persone non mie che mi son entrate nel cuore. Quel cameriere che guardandomi diceva: tu qui ci starai parecchio. Bè non ci son stata. Per ora. Perché mi pare che la strada che sto per iniziare, potrebbe portare ancora a quei luoghi, a quelle persone tanto strane, a quelle sensazioni tanto amate quanto odiate. Mi sento di nuovo sul ciglio di un burrone, felice ma con tanti punti interrogativi in testa.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 marzo 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , , ,

Colpi di coda


E poi ho capito che le distrazioni, le follie passeggere, non cambiano ciò che proviamo per una persona… che potrai distrarti finchè vuoi, tentare di trovare ciò che hai perso altrove, ma che la sera, quando sei nel tuo letto sola, ti ripiomba tutto addosso, senza sconti. E allora mi chiedo se davvero il tempo cancella, perchè per star bene si, sto bene, ma un pezzo del mio cuore è sempre tuo. Puoi per favore ritornarmelo, prima o poi? Posso toglierti dalla mia anima? Posso evitare di tornare a pensare a te, anche dopo una bella serata, anche dopo che a te non ho pensato per ore? Perchè se evitassi di pensare a te, evitassi di pensare a quei momenti, in cui non avrei voluto trovarmi nemmeno sulla spiaggia più bella del mondo, nemmeno sulla vetta più alta del mondo, nemmeno su un altro pianeta, ma solo continuare a stare abbracciata a te…  sarei davvero una persona felice. Ma purtroppo, tu sei ancora nel mio cuore. Esci, per favore…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 marzo 2012 in Uncategorized

 

Tag: , , , , , , ,